COLLECORVINO

Miracolo a Collecorvino: la piazza ridiventa agibile senza nessun intervento

La piazza che si ricostruisce da sola. Miracolo a Collecorvino o incapacità di una amministrazione populista? Meglio pensare a non scontentare gli elettori che curarsi della loro incolumità

Da mesi, la Piazza principale di Collecorvino, è transennata: pericolo crollo. Solo in questi giorni e solo dopo un una decisione presa di comune accordo tra il sindaco, il parroco e la commissione della festa in onore dei Santi Patroni e della Madonna dei Miracoli, il sindaco torna sui suoi passi e rende di nuovo la piazza sicura.
E' evidente che ci sia qualche cosa che non va: o la piazza è sempre stata agibile oppure il sindaco paga l'ennesima "cambiale elettorale". E' stato sufficiente qualche muso lungo e qualche mugugno per far tornare sui suoi passi un primo cittadino, a discapito della sicurezza e nella tutela di qualche voto che potrebbe tornare utile in un prossimo futuro.
Basta una visita veloce per capire di cosa stiamo parlando, una piazza che, da una parte, mostra evidenti segni di cedimento avendo il vuoto sotto di essa.
Speriamo in un intervento delle competenti autorità, che senza badare ad un tornaconto elettorale, esprima un parere tecnico nel rispetto della incolumità di quanti saranno, nell'ultimo venerdi, sabato e domenica del mese di Maggio, a frequentare quello spazio.
Non possiamo, inoltre, porci una domanda: nel caso la piazza sia agibile. chi ed in virtù di che cosa è stata dichiarata inagibile?
Speriamo solo, nella sicurezza dei tanti, che la laurea dell'ingegnere che ha dichiarato agibile la piazza non abbia la stessa provenienza del diploma da geometra del sindaco.

di MAURO D'AGOSTINO

Categoria: