INDAGINE INCENDIO MORRONE

Pratola: fermato un 70enne trovato con kit perfetto per appiccare incendi

Durante un controllo ai piedi del Morrone, un 70enne, M.B., ex operaio della Caleppio, è stato fermato dagli uomini della Guardia di Finanza e dai Carabinieri Forestali; l'uomo, all'interno del cofano della sua auto, aveva il kit ideale per appiccare un incendio.

Durante un controllo nei pressi di un maneggio tra Pratola Peligna e Roccasale (L'Aquila), ai piedi del Morrone, un 70enne, M.B., ex operaio della Caleppio, è stato fermato dagli uomini della Guardia di Finanza e dai Carabinieri Forestali.
L'uomo, all'interno del cofano della sua automobile, trasportava candele di grande dimensione, diluente, vernice e colla bostik: il kit ideale per appiccare un incendio.
Dopo essere stato fermato, il 70enne è stato sottoposto a sommarie informazioni, con il conseguente sequestro del materiale sospetto che portava nel bagagliaio della sua Polo rossa; davanti agli uomini della Guardia di Finanza e dei Carabinieri Forestali, l'uomo si è difeso sostenendo che si trovava da quelle parti perché stava andando a prendere un caffè a Bagnaturo (frazione di Pratola) e che il materiale che trasportava in macchina era lì già da qualche tempo, negando qualsiasi connessione con gli incendi di questi giorni.
Naturalmente gli investigatori non gli hanno creduto e lo hanno riaccompagnato a casa scortato, in attesa di eventuali provvedimenti da parte del procuratore capo Giuseppe Bellelli che sta indagando sul rogo che ha sconvolto il Morrone.

di MARTINA MOSCA

Categoria: